Raduni d´auto e moto d´epoca, Normative ASI, Assicurazioni per veicoli storici,
Revisioni periodiche, Certificati ASI, Club Federati toscani, Rubriche, Mercatino

 

Visita guidata

A spasso con Giovanni Pascoli 2

Se esiste un luogo dove si respira e si tocca con mano la poesia, questo è il territorio di Barga, in Valle del Serchio.

A far salire alla ribalta letteraria nazionale una piccola e poco battuta porzione della Toscana fu il poeta Giovanni Pascoli che nel 1895 decise di stabilirsi nella frazione rurale di Castelvecchio, sua dimora elettiva fino alla morte nel 1912.

Per Pascoli Castelvecchio rappresentava lo spazio privato e intimo, così come Barga era invece la dimensione pubblica.

Ancora oggi, attraversando le carraie della vecchia Barga, ogni angolo ci parla della presenza del poeta nella cittadina: dal monumento dedicato al patriota barghigiano Antonio Mordini sul bastione del Fosso ai palazzi signorili, dal Teatro dei Differenti dove pronunciò il celeberrimo discorso La grande proletaria si è mossa, alla piazza Salvo Salvi con il caffè Capretz, ritrovo abituale del poeta, fino a salire al Duomo di Barga che coi suoi rintocchi ispirò lo struggente componimento L’Ora di Barga.

BARGA E DINTORNI

Apuane - Cime innevate

Alpi Apuane

Alpi Apuane

Alpi Apuane

Apuane - Il Monte Procinto

Apuane - Le cave di marmo

Apuane - Monti Cavallo e Contrario

Apuane - Pania della Croce

Apuane - Panorama

Apuane - Pizzo d'Uccello

Barga - Centro storico

Barga - Il Duomo

Barga - Il Duomo

Barga - Il Rallye

Barga - L'Acquedotto antico

Barga - Litografia

Barga - Panorama

Barga - Panorama

Barga - Rallye del Ciocco

Gallicano - Centro storico

Ghivizzano - La Torre

Ghivizzano - Il Castello di Castruccio Castracani

Ghivizzano

Gioviano

Lago di Isola Santa

Ponte del Diavolo

San Romano - Le Verrucole.png

Serchio - Ponte del Diavolo